Accettazione e modalità di ingresso

PRIVATA

In caso di disponibilità di posti letto, per il quale si tiene conto del possesso della residenza nel comune di Limone P.te e dell’ordine temporale di arrivo della richiesta.

IN CONVENZIONE

Con valutazione dell’ UVG.

Accedere alla Casa di Riposo

Per poter accedere alla Casa di Riposo in modalità privata occorre presentare domanda su modulo apposito disponibile presso l’ufficio di segreteria O SCARICABILE DIRETTAMENTE DAL SITO ALLA PAGINA “DOCUMENTI”

 La direzione effettuerà la relativa istruttoria verificando l'adeguatezza del servizio alla situazione di bisogno dell'anziano. L'ammissione avviene dopo l'espletamento di tutte le formalità previste e la sottoscrizione dell'impegno da parte del richiedente e/o dei suoi familiari di rispettare il regolamento e di corrispondere la retta mensile, previa approvazione del Consiglio di Amministrazione.

L’ingresso viene disposto in base alla disponibilità dei posti letto nei vari nuclei ed all’ordine di prenotazione. In caso di indisponibilità nell’immediato di posti letto, la domanda viene inserita in una lista d’attesa. Il possesso della residenza nel Comune di Limone costituisce titolo preferenziale per essere accolti in struttura.

Dopo l’ingresso è previsto un periodo di prova di un mese; in tale periodo la direzione si riserva la facoltà di confermare l’accettazione definitiva e la rivalutazione della retta stabilita al momento dell’ingresso. 

Per tutti gli ospiti vengono elaborati Progetti Assistenziali Individuali, (P.A.I.), al fine di rendere un servizio di assistenza individualizzato per ogni ospite.

A scadenza regolare si riunisce l’équipe multidisciplinare (Direttore Sanitario e di Struttura, OSS, IP, FKT e Psicologo) per verificare gli obiettivi e predisporre nuovi programmi volti a garantire il miglioramento dell’autonomia

 

Nella Casa di Riposo è prevista inoltre la possibilità di: 

Decalogo dei diritti degli ospiti

 

Gli anziani rappresentano un patrimonio per la società, non solo perché in loro si identifica la memoria culturale di una popolazione, ma anche perché costituiscono una risorsa umana attiva, un contributo di energie e di esperienze del quale la società può valersi. Questo nuovo ruolo emerge dalla ricerca clinica e sociale che rende ragione della constatazione di un numero sempre maggiore di persone di età anagrafica avanzata ed in buone condizioni psico-fisiche. Tuttavia esistono delle condizioni nelle quali l’anziano è ancora una persona fragile, sia fisicamente che psichicamente, per cui la tutela della sua dignità necessita di maggiore attenzione nell’osservanza dei diritti della persona, sanciti per la generalità dei cittadini. La valorizzazione del ruolo dei più anziani e della loro cultura si fonda sull’educazione della popolazione al riconoscimento ed al rispetto dei loro diritti, oltre che sull’adempimento di una serie di doveri da parte della società.

Diritti e Doveri

1DOVERI DELL’OSPITE E DEI SUOI ACCOMPAGNATORI
Nello spirito di reciproca collaborazione, agli ospiti e loro congiunti ammessi ad usufruire dei servizi della Fondazione S. Spirito è cortesemente richiesto, compatibilmente a alle condizioni psicofisiche, di: Avere un comportamento responsabile e costruttivo nel dialogo con il personale a fronte della risoluzione di eventuali problematiche di percorso. Rispettare il personale e le professionalità presenti in struttura. Rivolgere attenzione alle attrezzature, ambienti ed arredi messi a disposizione. Comprendere/condividere le esigenze organizzative del servizio per agevolarne l’erogazione dello stesso.
2DOVERI DELL’OSPITE
All'ospite, accolto nel nucleo adatto alle sue condizioni di salute, verrà assegnata una camera tenendo conto delle sue richieste, della disponibilità del momento, nonché delle esigenze tecnico – organizzative del servizio.
L’ospite s’impegna a: rispettare il divieto di fumare all’interno della casa tenere comportamenti corretti nel rispetto della propria e delle altrui persone riparazione e riconsegna degli ausili per la deambulazione ottenuti in comodato d’ uso.
La dignità personale è sempre rispettata, e all’ospite viene garantito il rispetto del diritto alla privacy.
L’ospite e/o il parente sarà informato ed eventualmente coinvolto nella stesura del Piano Assistenziale Individuale.
E’ fatto divieto di conservare in camera alcoolici, alimenti non confezionati e medicinali. La direzione della struttura non assume responsabilità alcuna per i valori conservati dagli ospiti.
(NORMATIVA INTRODUZIONE ALIMENTI IN STRUTTURA – SCARICABILE NELLA PAGINA DOCUMENTI)


Orari di visita

Si garantisce la possibilità di ricevere visite tutti i giorni nel rispetto delle esigenze degli ospiti

dalle ore 8.00 alle ore 11.30
e dalle ore 14.30 alle ore 18.00

Per maggiori informazioni